Share

Perinaldo e la massoneria

Perinaldo, il piccolo paese della Val Verbone alle spalle di Vallecrosia, è principalmente conosciuto per aver dato i natali a Giovanni “Gian” Domenico Cassini, grande astronomo del XVII secolo, scelto dal Re Sole per curare l’osservatorio di Parigi. Fu lo scienziato che scoprì gli anelli di Saturno. Ma sono molti i personaggi che, in qualche modo, hanno legato il loro nome a Perinaldo.

Il sindaco del paesino, Francesco Guglielmi, in seguito a un’accurata ricerca storica, ha creato una sorta di “guida esoterica” che abbraccia alcuni punti chiave della storia di Perinaldo, anche attraverso diversi personaggi. Oltre all’astronomo, infatti, tra i documenti rinvenuti dal sindaco, si trovano diverse citazioni della famiglia Maraldi, il cui capostipite sposò proprio la sorella di Cassini. Anche la famiglia Maraldi contava tra i suoi membri diversi scienziati, medici, biologi e astronomi, che nel corso dei decenni collaborarono con l’Accademia delle Scienze e con l’Osservatorio di Parigi. E’ proprio attraverso alcune lettere che si scopre l’appartenenza della famiglia Maraldi alla massoneria. Prova di questa scoperta è la filigrana della carta utilizzata per le missive, che riportava in controluce le colonne di Salomone. Nel castello dei Maraldi è stato inoltre rinvenuto, circa sei anni fa, uno degli tre esemplari di cabala esistenti in Europa (gli altri due erano ai tempi nelle mani del Cardinale Borromeo e del Gran Duca di Toscana). Il prezioso manoscritto, risale al 1706 ed era stato tradotto in italiano, dall’ebraico, da un amanuense. I Maraldi riuscirono a tenere ben nascosto questo tesoro per molti secoli, nonostante i numerosi massoni che frequentavano Perinaldo nella speranza di trovare la misteriosa cabala. Tra i personaggi di passaggio a Perinaldo si contano anche il Conte Cagliostro, noto occultista campano, che soggiornò per alcuni giorni dal Vassallo dei Doria, e Napoleone Bonaparte che fu ospite della famiglia Maraldi durante la sua campagna in Italia.

[Samirah Muran]

 

Available also in: enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) deDeutsch (Tedesco) ruРусский (Russo)