Share

Pietro Agosti, l’uomo che ha cambiato il volto di Sanremo

Nato a Bordighera nel 1873, subito dopo aver conseguito la laurea in ingegneria civile, Agosti si mise all’opera, dimostrando fin dai primi progetti la sua capacità e il suo estro nel creare vere e proprie opere architettoniche. La sua carriera ebbe inizio, infatti, con la costruzione della chiesa di Bussana nuova nel 1897. Negli anni a seguire, si concentrò invece sul centro di Sanremo, dove fece erigere l’Hotel de Paris e l’Hotel Savoy, ispirandosi allo stile della vicina Costa Azzurra. Rigoroso e molto accurato amava occuparsi personalmente di tutti i dettagli decorativi, sempre fedele al suo gusto classico. Il suo nome divenne noto anche tra le famiglie del nord europa, che lo interpellavano per la progettazione delle loro dimore nella Riviera dei Fiori. Fu così che firmò diversi progetti di ville in corso degli Inglesi, ispirandosi agli stili Liberty e Pompier. Sono molte le sue opere divenute un vanto per Sanremo: dall’hotel Mediterranee, alle ville King, Ines, Sunnyblack e Magnolie, alla facciata del cinema Centrale, solo per citarne alcuni. Nel 1910 Agosti fu inoltre incaricato dalla comunità ortodossa a Sanremo affinché costruisse una chiesa di rappresentanza, fortemente voluta da Maria Alessandrovna. Nel 1927 Agosti fu nominato podestà di Sanremo e uno dei primi successi da primo cittadino fu quello di dare un parco alla città, facendo acquistare al Comune  villa Ormond, di cui progettò la fontana del giardino inferiore. Sempre nello stesso periodo, grazie alla richiesta di Agosti, Mussolini istituì il Casinò di Sanremo come casa del gioco d’azzardo, attraverso un decreto legislativo che legalizzava una situazione di tolleranza che andava avanti da anni. Questo diede un forte sostegno alla vocazione turistica della Riviera di Ponente, una definizione della costa tra l’altro promossa proprio da Pietro Agosti.

Available also in: enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) deDeutsch (Tedesco) ruРусский (Russo)